Sono già venti!

Quello che segue è un post autocelebrativo di memorie da vecchio grognard, siete avvisati, specialmente se siete nati negli anni ’80 (o ’90)…

Una innocua scatola nera...

Una innocua scatola nera…

Lucca Comics & Games 2014 è alle porte, quest’anno esce il mio ultimo progetto: Freak Control, un setting per Savage Worlds – tra l’altro appena premiato Gioco dell’Anno – assieme a una ri-edizione in copertina variante di Super Adventures.

Mentre scrivo questo post non vedo l’ora che arrivi fine ottobre per dedicare un paio di giorni al mio hobby preferito senza se e senza ma

Però quest’anno ha un significato un po’ diverso, perché esattamente venti anni fa sempre a Lucca C&G debuttavo come Game Designer* con Legione – il potere nelle tue mani, il primo GdR dedicato ai super eroi mai pubblicato in Italia e il primo progetto interamente curato dal sottoscritto. Una scatoletta nera che conteneva due manuali, uno schermo, una scheda del personaggio e soprattutto un’incontenibile entusiasmo.

Read More

Un trio all’erta e pieno di brio!

Fenomena • Freak Control

Fenomena • il prezzemolino

I lavori procedono e Fenomena • Freak Control si sta rivelando uno dei progetti più stimolanti della mia “carriera di game designer” (se così si può chiamare) e così, senza un vero perché, mi prendo il lusso di usare questo blog come se davvero fosse un blog e non l’anfratto più trascurato delle mia presenza on line, per alcune piccole considerazioni.

Uno e trino

Lavorare da soli è bello, ti prendi tutte libertà che vuoi, segui i tuoi ritmi e hai sempre ragione su tutto (si ok ci sono i playtester che strepitano con quelle vocine invadenti – maledetti e pensare che li pago in bibite, junk food e cat petting)… comunque il concetto è che sei l’unico gallo nel pollaio.

Certo ci sono aspetti meno esaltati, la responsabilità di ogni scelta è tutta tua, la mole di lavoro è imponente (e se non hai una propensione all’organizzazione la fatica raddoppia), devi resistere alla tentazione di buttare tutto quello che hai scritto e ricominciare ogni volta che il boost iniziale di entusiasmo si esaurisce…

E poi ci sono i playtester, vi ho già parlato di loro?

Read More

Ri/scrivere Super! (eroi da copertina) #6

Super Adventures • Cover

Super Adventures • copertina

Le settimane corrono veloci e nemmeno il coniglio bianco di Alice non ha più tempo di dire che non ha più tempo.

Ma cosa serve scrivere un gioco sui super poteri se poi alla fine non si usano?

Quindi ecco un Piegatempo (Rango 1) per mostrare la copertina di Super!

Un diretto omaggio alla tradizione del fumetto supereroistico Made in US, con qualche vecchia/vecchissima conoscenza e qualche new-entry.

Read More

Caro Babbo Natale… (reprise 2012)

Lo scorso anno compilai un elenco di cose che non avrei voluto vedere nel mondo dei GdR (nostrano e non), molte di esse le ho poi viste lo stesso… a conferma che alla sofferenza non c’è limite (e che le mie capacità solipsistiche non sono molto efficaci).

Quest’anno sono pigro e mi limiterò ad aggiornare il vecchio elenco ridefinendo le “priorità”…

  1. Popolazioni di felini antropomorfi
  2. Scimmie intelligenti (e cattive)
  3. Giochi di ruolo che simulano (male) cose che potresti fare benissimo se ti alzassi dal tavolo di gioco e “avessi una vita”.
  4. Zombie che vogliono il nostro cervello (qualora ne avessimo mai avuto uno, ora è finito, quindi smammate!)
  5. Vampiri & Licantropi con crisi adolescenziali (con o senza glitter)
  6. Giochi di ruolo che simulano (male) cose che potresti fare benissimo se avessi un ragazza (o un ragazzo) sotto mano.
  7. Temi fantasy triti e ritriti
  8. Titoli forti in mano a editori che li lanciano e poi li dimenticano
  9. Giochi di ruolo che vengono premiati perché “è il loro turno”
  10. Giochi di ruolo che però sono di carte ma no, sono di narrazione ma no, non si capisce ma no, sì ecco quelli lì che poi i dadi ci fanno schifo e si usano le freccette
  11. Meno (fredda) teoria e più calore
  12. Giochi di ruolo che non sembrano fantasy… ma che poi – sotto sotto – si basano su (vedi 7)
  13. Un altro hack/derivato/variante di Apocalipse World
  14. la 5 edizione di D&D progettata da un comitato di 1567 playtester
  15. Editori che tengono in ostaggio i diritti e le opzioni di giochi con nomi forti e poi non pubblicano nulla
  16. Giocatori che “sanno già tutto”
  17. Personalità che ti “consigliano” giochi (salvo poi trascurare di informarti che ne sono gli autori o editori)
  18. Giochi tradotti maluccio ed editati distrattamente
  19. Post di forum che superano le 10 righe
  20. Un nuovo Forgotten Realms
  21. Giochi scritti “tanto li capisci lo stesso se te li spiega un amico”
  22. Intransigenza (quella altrui, la mia non si tocca :-)

…e i vostri “non vorrei più vedere”?

Read More

Prospettive sfalsate

Quando nel fervore della passione per il gioco di ruolo ci si incaponisce in discussioni feroci e Flame War forse è il momento di ampliare le nostre prospettive.

Update: la rete è in subbuglio ed ecco i primi contributi:

Read More

L’insostenibile pesantezza del Game Master

Come l’influenza si ripropone anno dopo anno all’arrivo dell’autunno, anche alcuni “temi caldi” si ripropongono con periodicità su forum e social network. Da alcuni anni (anche da noi) i più gettonati sono i temi che contrappongono e dividono.

La discussione aperta, civile, magari  non troppo influenzata da pregiudizi e visioni filosofiche/stampelle è cosa rara. Il confronto è spesso solo scontro, le fazioni coinvolte “scendono” le loro briscole, segue uno strepitio di contorsioni semantiche che farebbero arrossire un semiologo, baionettate di ludo-evangelismo spiccio, macigni dietrologici avanzano, profeti della “giusta via” si autocitano in una spirale di onanistica onnipotenza e…

Read More