PictureÈ il 1983, lo stile è quello squisitamente math oriented della FGU, la scatola contiene due volumi e una scheda. Il primo è un volumetto di regole generiche che in 32 pagine fornisce TUTTO, dalla creazione di PG fino alla magia e via discorrendo.

Se non vi spaventano le formule matematiche e se per voi il fluff è sempre superfluo questo è il vostro gioco.

Il secondo volumetto sono due Culture Pack (settings) per giocare nella Grecia mitologica e nell’Inghilterra medievale.

32 pagine in totale. Essere concisi paga!

  • Trivia 1: l’autrice (Lee Gold) aveva scritto altri titoli per la (prolifica) FGU ed era editor di Alarums & Escursions (googlate e scoprite cosa era “fare community” prima di internet)
  • Trivia 2: l’autrice invita a dividere porzioni di campagna tra i partecipanti e fare il master a rotazione.
  • Trivia 3: il gioco consiglia di dare un’occhiata ai numerosi volumi su armi e castelli al tempo editi dalla Palladium (quella di Robotech).
  • Trivia 4: la copertina era stata realizzata da Bill Willingham (già illustratore per la TSR e poi premiato auto del serial Elementals e Fables).

Non ci ho mai giocato, al tempo quelle 32 pagine mi avevano intimidito più di Rolemaster.