Ri/scrivere Super! (pensieri alla rinfusa) #2

AdMas 2000 un altro eroe di Nueva Ventura (vediamo chi coglie la citazione?)

Un’efficiente revisione delle regole di Super! richiedeva l’individuazione dei vincoli che dovevo rispettare e la focalizzazione gli obiettivi che volevo raggiungere…

Vincoli

In genere non mi spaventa avere a che fare con progetti con vincoli, secondo me sono stimoli indispensabili per rimanere sul pezzo e concentrarsi su ciò che è davvero importante, ecco quelli che (in larga misura) mi sono auto imposto.

  • Pagine: il manuale avrebbe avuto il classico formato A4 e con tutta probabilità un numero di pagine non superiore alle 120. Sono convinto che un gioco valido è tale quando ti stimola la fantasia garantendoti l’essenziale e privandoti del superfluo.
  • Revisione: la seconda edizione non avrebbe dovuto avere una filosofia diversa dalla precedente, ad esempio non sarebbe dovuto diventare un gioco di narrazione o eccessivamente focalizzato, inoltre il tema portante “avventure in un mondo di super eroi” doveva rimanere centrale e non tramutarsi un pretesto o una metafora per affrontare altri temi (ad esempio il cambiamento della società dopo l’avvento dei super poteri). Sarebbe dovuta essere una seconda edizione e non di un gioco nuovo di pacca.
  • Compatibilità: le meccaniche di base e il sistema di descrizione dei personaggi sarebbero dovuti essere essere il più possibile compatibili con l’edizione precedente per facilitare il passaggio alla seconda edizione per chi già giocava a Super! e non rendere totalmente obsoleti il materiale esistente (e il lavoro dei fan).

Obiettivi

Questa era praticamente la lista dei desideri, e considerando che li avrei dovuti realizzare da solo dovevo individuare traguardi ragionevoli. Nonostante questo anche limitandosi a pochi saldi principi il lavoro sarebbe stato parecchio.

  • Ambiente aperto: per me un buon GdR non deve essere cristallizzato ma anzi deve garantire quel minimo di flessibilità e di apertura che permette a chi lo gioca di personalizzarlo a proprio gusto. Il GdR sviluppa e stimola diversi tipi di pensiero creativo, il più ovvio è quello legato alla creazione di una fiction, ma non è l’unico e non è detto che sia il più importante in senso assoluto. La possibilità di personalizzare un regolamento permette di sentirsi “parte del gioco” e affermare la propria autorialità, specialmente per chi predilige un coinvolgimento graduale e prolungato. Per questo motivo il regolamento non deve essere blindato e chiuso a compartimento stagno ma deve fornire un’ossatura robusta in grado di accomodare (se desiderato) le rielaborazioni di chi poi lo giocherà.
  • Nuova ambientazione: Super! non aveva setting o metaplot pesanti, ma la nuova edizione non avrebbe dovuto comunque riciclare i temi della precedente (vedi Compatibilità) per questo decisi che il focus si sarebbe spostato su una nuova città e un nuovo gruppo di eroi. Questa scelta avrebbe favorito i fan esistenti fornendo loro materiale nuovo di zecca da incorporare nelle loro campagne di gioco (il mondo di gioco sarebbe stato lo stesso) e mi avrebbe dato maggiore libertà d’azione (senza bisogno di Retconning).
  • Rifocalizzare: il regolamento chiedeva di essere rimodulato a favore di una maggiore coerenza interna ed eleganza. Nulla di radicale, ma un piccolo lifting qua e là sarebbero stati necessari per rendere l’esperienza di apprendimento (e l’uso) del regolamento, specialmente durante il gioco vero.
  • Ambiente condiviso: l’obiettivo per me più importante (e ambizioso) era quello di trovare un modo per condividere tra tutti i partecipanti il piacere e l’onere di creare il mondo di gioco.

Se sono riuscito a stare dentro questi vincoli lo scoprirete nel (sempre più vicino) 2013, nel frattempo i più curiosi di voi possono continuare a leggere JustPlayWith.it e scoprire una serie di succose anteprime.

Non vi resta che tornare a leggere queste pagine (nel frattempo spargete la voce!)

2 Comments

  1. The Scarecrow
    Nov 28, 2012

    Condivido su FB. Buon lavoro, Danilo

  2. Me
    Nov 28, 2012

    mercì!