Lucca Comics & Games: minireport

Dopo una levataccia e un viaggio in torpedone in compagnia degli amici di Ludosport Torino eccomi arrivare in Toscana per l’appuntamento di rito per il vero  appassionato di giochi e fumetti.

LC&G mi suscita sempre emozioni contrastanti, da una parte è bello constatare che comunque, anche in tempo di crisi, l’affluenza di pubblico sembra crescere, ma dall’altra la logistica della manifestazione anno dopo anno tramutano la convention in un’esperienza infernale. Si passa più tempo ad arrancare in mezzo alla folla che “intasa” le arterie della città tentando di raggiungere i vari padiglioni sparpagliati qua e là che a visitare gli stessi (strapieni).
Come negli scorsi anni la quantità di Cosplayers è in aumento e con essa la qualità e spesso l’originalità dei costumi. Il reparto fumetti mi attira sempre in modo superficiale (anche se qualche acquisto l’ho fatto lo stesso) ma il mio interesse è la sezione giochi…

Acquisti

LC&G è per me soprattutto (Role) games e quest’anno le proposte non sono mancate. Non tutto mi ha spinto all’acquisto (ormai lo spazio in casa detta legge a riguardo) e sicuramente  nella boglia qualche cosa me la sono persa, comunque ecco il mio “cesto”:

  • Fenomena: il più bel GdR mai visto (ok ok, la smetto subito) (Inspired Device)
  • Alice in Steamland (Limited Edition): un gioco basato sul romanzo SteamPunk di x Dimitri, non ho ancora letto il romanzo ma il gioco ad auan lettura superficiale, tra  ritagli di tempo, sembra intrigante (WildBoar)
  • Hunters of Dragons: una guida dedicata ai collezionisti di Dungeons & Dragons Classico (la scatola rossa) e Mondi Eroici 2011 la guida ai giochi di ruolo editi in italiano, entrambi a firma di Ciro Alessandro Sacco, sono due testi dove il collezionista (e il curioso) possono trovare tutte le risposte che cercano (HoD è in inglese). (WildBoar)
  • Mini Bullets (Limited Edition): gioco di ruolo Fantasy/Western ideale per partite uno-shot o brevi campagne (La Luna e il pozzo)
  • Escape from The Aliens in Outer Space (Limited Edition): un boardgame pubblicato da Cranio Creations (gli stessi dello stiloso Horse Fever) umani in fuga e alieni voraci nell’oscurità di un relitto relitto spaziale si muovono al buio con un ingegnoso sistema a movimento nascosto.
  • Zoloretto: il classico family-game (AbacusSpiele)

A presto qualche recensione!

Impressioni

L’ente fiera dichiara 130.000 presenze, in genere questi numeri sono sempre un po’ pompati in favore dei media, ma non si può negare  che nemmeno la pioggia incessante è riuscita a tenere alla larga il pubblico di partecipanti e di curiosi, e questo è un buon segno.

Le novità presentate in fiera erano numerose e per tutti i gusti, dai grandi classici (Runequest II, D&D Essential) alle proposte indipendenti Project Hope, Faith Empire, alla scuderia narrativista Fiasco, Shock, TrollBabe, Kagematsu (e non sono tutti)… Insomma a vederlo da fuori il GdR sembra fiorente.
Purtroppo (da alcuni anni ormai) non è così, i titoli sono numerosi ma il volume di vendite è complessivamente bassino e le prospettive per l’hobby sono sempre grige, ma finché dura l’entusiasmo le cose non possono andare completamente a rotoli.

Che dire la fiera è sempre interessante (anche se la logistica dei padiglioni in città la rende un po’ dispersiva) e a parte le critiche che si possono fare (Best of Show mi riferisco a te!) la macchina organizzatrice anche questo anno è riuscita a trasformare Lucca in un’isola surreale di divertimento.

Ci vediamo nel 2011!

2 Comments

  1. TheClue
    Nov 3, 2010

    marrano! fellone!

    dopo aver preso la suitcase edition con grande godimento venerdi’ per evitare di non trovarla piu’, sono passato allo stand wild ben 5 volte per braccare l’etereo autore senza mai trovarlo, peraltro riportandomi appositamente in fiera la suitcase suddetta per i 3 giorni successivi!!! e adesso? ;-)

  2. Me
    Nov 3, 2010

    Pensa che per tre giorni io non so cosa ho fatto o dove sono stato, ricordo solo pioggia e ombrelli… Sono passato al vostro stand una volta ma era pieno e sono ripassato a fine fiera (che era rimasto solo Bernocco)… mannaggia… Seguirà lettera in ML (che tra l’altro mi rimbalza sempre)