Andiamo bene…

Citando dal numero 19 di Game Master Magazine, la più autorevole (nonché unica) rivista di GdR reperibile.

“Un gioco prodotto in sole 100 copie, potrà anche essere appassionante e divertentissimo, ma difficilmente potrà vincere un Best of Show. Non avrebbe infatti molto senso consigliare al pubblico l’acquisto di un gioco pressoché introvabile nei negozi.

Fabrizio Paoli giurato del Best of Show – Lucca Comics and Games”

Se consideriamo che:

  • in Italia vendere 100 copie di un qualsiasi GDR che non sia D&D/WoD è già quasi un miracolo.
  • il 95% degli editori del settore sono più “appassionati” che “imprenditori”.
  • nel regolamento di adesione non viene affatto esplicitato che un editore per potere essere ammesso al BoS deve garantire un minimo di copie tirate (chiarimento: è richiesto di indicare la tiratura ma non è indicato un minimo per essere presi in considerazione).

Non stupisce il fatto che ogni anno il BoS sia sempre al centro di polemiche…

ah… dimenticavo hai vinto anche tu!

4 Comments

  1. DavideQuatrini
    Feb 2, 2009

    Per non parlare del fatto che Super! può essere acquistato in tutto il mondo, basta collegarsi ad uno dei siti di vendita di GdR in .pdf. Ma probabilmente la rivoluzione digitale non è ancora arrivata dalle parti della Giuria del BoS.

  2. il_barbudo
    Feb 12, 2009

    Se ne deduce che il Best of Show NON è pensato per i GdR… Se non marginalmente per le grosse produzioni.

    Buono a sapersi.

  3. Me
    Feb 12, 2009

    d’altra parte il GDR è morto, no? :-)

  4. il_barbudo
    Feb 14, 2009

    Si ma non era il caso di prendere a calci il cadavere, dai… :D